Erogazione servizio didattico a.s. 2020-21

Firenze, 5/09/2020

Al sito scolastico
A tutto il personale
A tutte le studentesse e tutti gli studenti
Ai loro genitori

Oggetto: Erogazione servizio didattico a.s. 2020-21

Il collegio docenti riunito legalmente in data 1/9/2020 ha discusso ed approvato due importanti documenti per l’erogazione del servizio didattico nell’anno scolastico 2020-21

  1. Piano per la didattica digitale integrata. Rappresenta il quadro operativo generale per lo svolgimento delle attività didattica in presenza, online, miste sia in caso di lock down sia in caso di parziale sospensione dell’attività didattica a causa del Covid-19, ma fornisce anche un orizzonte attuativo per la didattica digitale che va oltre il dato emergenziale.
  2. Modalità erogazione didattica. Gli scenari attuativi del Piano per la didattica digitale integrata, delineano cosa accade in determinate condizioni e consentono, tramite l’emanazione di circolari apposite, il proseguimento della didattica secondo quanto prefigurato dal collegio docenti stesso.

Si allega in calce il documento “modalità erogazione didattica”, mentre per la lettura dell’articolato Piano della didattica digitale integrata si rinvia alla lettura nel sito scolastico.

Piano scolastico per la didattica digitale integrata

Il Dirigente Scolastico
Prof. Alessandro Giorni

Modalità erogazione didattica

Premessa
Il presente documento viene sottoposto al collegio docenti per l’opportuna delibera relativa alle competenze didattiche del collegio stesso. Il collegio docenti dell’ISIS Galileo Galilei prende atto dei seguenti dati:

  • L’ISIS Galilei vede l’avvio dell’a.s. 20-21 con 18 classi del Tecnico e 25 classi del Liceo delle scienze Umane
  • Il Tecnico conta 4 prime, 4 seconde, 4 terze, 3 quarte e 3 quinte
  • Il liceo delle scienze umane conta 5 prime, 5 seconde, 5 terze, 5 quarte e 5 quinte
  • I parametri di distanziamento post lock down Covid-19, meglio noti come “rime buccali”, prevedono che fra alunn* e alunn* via sia almeno 1 metro di distanza nell’attività didattica statica; a questa misura post emergenziale, si assomma il distanziamento minimo fra banchi per le misure di sicurezza in caso di emergenza pari ad almeno 80 cm fra file di banchi. La sommatoria di questi due parametri comporta che la capienza delle aule sia del Tecnico sia del Liceo delle scienze umane non può superare le 21 unità di alunni + 1 docente di materia + eventuale docente di sostegno qualora l’alunn* con sostegno sia in condizione di partecipare alle attività didattiche ordinarie
  • Allo stato attuale, nel momento in cui questo documento viene posto in delibera, l’istituto dispone di una sede storica, dove si situa la maggior parte delle classi, di una sede distaccata dove sono allocate le prime del biennio liceale, ed è in previsione l’attivazione di una seconda sede distaccata per allocare le terze del triennio liceale, ma la consegna di questi spazi non è ancora definita dall’ente proprietario.

Articolazione
Occorre quindi procedere per scenari organizzativi, con la piena consapevolezza da parte di tutta la comunità scolastica, docenti in primis assieme al dirigente scolastico, che le scelte organizzative dell’anno scolastico 2020/21:

  • sono del tutto eccezionali rispetto al passato
  • richiedono massima adattabilità nel loro essere transitorie
  • potranno essere oggetto di modifica in itinere a seconda degli spazi resi disponibili
  • potranno variare a seconda della normativa nazionale in caso di recrudescenza della pandemia
  • hanno al loro centro la partecipazione alla vita scolastica di alunne e alunni con l’impegno massimo di garantire inclusione scolastica.

Scenario A:

Didattica in presenza per tutti: questo scenario si verifica se la pandemia cessa e le misure di contenimento vengono meno. Lo scenario si può verificare, in linea ipotetica, anche nel caso di revisione delle misure di contenimento e distanziamento sociale per il comparto scuola.

Scenario B:

Didattica in presenza per il 90% dell’utenza, Didattica digitale integrata da casa per il restante 10%: questo scenario si verifica dal 14 settembre; non disponendo di aule aggiuntive, l’istituto organizza la DDI per tutti quegli alunni e quelle alunne che non trovano collocazione nella propria classe.
In carenza di aule aggiuntive, il 10% di alunni che non trova posto in aula verrà posto in DDI da casa, secondo un piano di rotazione settimanale in modo da garantire a ciascuno la presenza a scuola in modo equo.
Esempi: 1A Liceo, 26 alunni, 5 in DDI dal 14 al 20 settembre, altri 5 in ordine alfabetico dal 21 settembre al 28 settembre e via discorrendo. I gruppi di alunni che per ogni classe saranno posti in DDI a rotazione verranno comunicati con circolare del dirigente, sia agli alunni stessi sia alle famiglie. Alunne e alunni posti in DDI svolgeranno le medesime lezioni dei compagni e delle compagne che sono in presenza, con lo stesso orario di lezione. Il device individuale sarà fornito su richiesta come avvenuto durante il lock down.

Scenario C:
Didattica in presenza per il 90% dell’utenza, Didattica digitale integrata da scuola per il restante 10%: questo scenario si verifica nel momento in cui le misure di distanziamento sono invariate ma la scuola ha ricevuto locali e arredi per accogliere classi in spazi nuovi (nuova succursale c/o Buontalenti).
In tal caso le classi numerose fino a 28 alunni trovano qui collocazione piena; gli spazi liberati alla sede centrale consentono di accogliere a scuola tutti quegli alunni e quelle alunne che non trovano posto in classe a causa delle misure di distanziamento. Detti alunni/e, a gruppi misti, vengono allocati negli spazi disponibili, con le dovute misure di distanziamento, vengono dotati di device elettronico se non ne dispongono, e sotto la sorveglianza di un docente dell’istituto (ex organico potenziato) seguono le lezioni dei loro compagni via pc.
Questi alunni e queste alunne svolgeranno la DDI da scuola, secondo un piano di rotazione settimanale in modo da garantire a ciascuno la presenza a scuola in modo equo.
Esempi: 1A Liceo, 26 alunni, 5 in DDI dal 14 al 20 settembre, altri 5 in ordine alfabetico dal 21 settembre al 28 settembre e via discorrendo. I gruppi di alunni che per ogni classe saranno posti in DDI a rotazione verranno comunicati con circolare del dirigente, sia agli alunni stessi sia alle famiglie. Alunne e alunni posti in DDI svolgeranno le medesime lezioni dei compagni e delle compagne che sono in presenza, con lo stesso orario di lezione.

Delibera del Collegio docenti 1/9/2020